Presentazione del Centro
Funzioni
Il ciclo di E. granulosus

La malattia nell'uomo

Controllo/Prevenzione E. C

Attività del Centro
- Laboratorio Nazionale
di riferimento: Attività
- Epidemiologia Veterinaria
- Epidemiologia Umana
- Educazione Sanitaria
- Corso Itinerante Nazionale


ASL: modalità invio
campioni


Contatti




EPIDEMIOLOGIA VETERINARIA


Raccolta dati e Flussi informativi

Il CeNRE in collaborazione con l’Osservatorio Epidemiologico Veterinario Regionale (OEVR) e con il Servizio della Prevenzione dell’Assessorato della Sanità della Regione Sardegna, ha messo a punto un sistema informativo finalizzato alla raccolta dei dati relativi all’infestazione dei capi bovini macellati presso gli stabilimenti di macellazione della Sardegna. In adempimento alla normativa europea 2003/99 CE e 854/2004 CE con la circolare n. 23549 del 10/11/2008 (modificata dalla circ. n. 852 del 19/1/2009) dell’Assessorato dell’Igiene e Sanità e dell’Assistenza Sociale è stato introdotto l’obbligo di registrare i codici aziendali e i codici dei capi bovini positivi all’ ispezione post-mortem ed è stato attivato un flusso informativo, diretto dalle ASL al CeNRE.
La ASL Nuoro e la ASL Sanluri, in adempimento alla circolare regionale, hanno incrementato il flusso dati anche per la specie ovina.
Pertanto per l’elaborazione dei dati sulle positività riscontrate all’ispezione post-mortem degli ovini sono state prese in considerazione le segnalazioni fornite dalle suddette ASL e quelle derivanti dai campionamenti svolti dal CeNRE.
Inoltre si è tenuto conto dei dati riguardanti allevamenti di ovini che insistono nella stessa azienda di allevamenti bovini notificati come positivi. L’indagine epidemiologica è stata condotta nell’intero territorio regionale.


Analisi epidemiologica

Il flusso-dati relativo ai bovini, agli ovini e ai caprini permette la precisa identificazione degli allevamenti di provenienza dei capi macellati risultati infestati. Le coordinate geografiche delle aziende sono state estrapolate dalla BDN (https://anages.izs.it/). La georeferenziazione puntuale di questi allevamenti consente di individuare gli allevamenti positivi.


Si sottolinea il fatto che la rappresentazione sulle aziende ovine è stata realizzata con dati parziali e non con dati derivanti da una sorveglianza su base armonizzata che comprenda tutte le otto ASL della Sardegna. L’importanza di un’indagine epidemiologica completa, per tutte le specie animali, viene anche sottolineata della Decisione del Consiglio del 25 maggio 2009/470/CE -Relativa a talune spese nel settore veterinario (Articolo 27), nella quale viene richiesta una descrizione della situazione epidemiologica della malattia per accedere ad un finanziamento della Comunità Europea per programmi nazionali di eradicazione, lotta e sorveglianza relativi alle malattie degli animali e alle zoonosi figuranti nell’allegato I nel quale è inclusa l’Echinococcosi.