Siti tematici

 



 
Qualità degli allevamenti e salute dei consumatori, un progetto per la filiera caprina in Sardegna

SASSARI, 21/06/2010 - Dal benessere degli allevamenti alla salute in tavola dei consumatori, perché qualità delle produzioni significa qualità dei cibi. Questa la filosofia del progetto dell'Osservatorio per le produzioni zootecniche dell'Istituto Zooprofilattico della Sardegna, che ha partecipato alla manifestazione “La capra in mostra”, svoltasi il 19 e 20 giugno a Villagrande Strisaili.

I lavori, coordinati dall’assessore alla Produttività sostenibile del Comune di Villagrande, Luisa Mulas, sono stati aperti dal sindaco di Villagrande, Giuseppe Loi.

Durante il seminario sulla “Valorizzazione della filiera caprina, tra tradizione e innovazione”, sono stati resi noti i dati dell'Osservatorio sugli allevamenti di capre tradizionali sarde. Gli interventi hanno evidenziano il ruolo tecnico-scientifico che L’Istituto Zooprofilattico svolge sul territorio, dall’assistenza sul campo, alla ricerca, al monitoraggio. Antonio Firinu, direttore dell’Istituto Zooprofilattico della sede di Nuoro, e Agnese Cannas, responsabile del Centro di referenza delle Mastopatie, hanno presentato il progetto “Gestione degli allevamenti caprini tradizionali per l’eccellenza e la qualità delle produzioni”. Il progetto, della durata di tre anni è rivolto agli allevatori di ovini e caprini, ed è basato sulla sperimentazione di modelli gestionali riguardanti il benessere degli allevamenti, la salubrità, la qualità e le caratteristiche nutrizionali e funzionali delle produzioni alimentari, specialmente tradizionali. L’obiettivo è quello di contribuire, insieme alle altre istituzioni, al miglioramento del reddito e alla salvaguardia delle attività zootecniche tradizionali. Il lavoro, coordinato dal responsabile insieme agli altri dirigenti nuoresi, è partito da alcuni mesi e coinvolge allevatori e tecnici veterinari di diversi Enti.

Dopo il dottor Firinu sono intervenuti Andrea Cabiddu, di Agris Sardegna, Giuseppina Mula, dell'IZS di Nuoro, e Virgilio Congiu, della ASL4, che hanno parlato di “Salute degli animali e salubrità dei prodotti”. Ennio Bandino e Pierangela Cabras, dell'IZS di Nuoro e Tortolì, invece, hanno parlato dei miglioramenti ottenibili nel latte con il contributo degli allevatori. Infine, Andrea Orrù ha illustrato il “Ruolo e importanza dell’allevamento caprino tradizionale nell’equilibrio produzioni-ambiente”. Un “nucleo centrale” di contributi in cui gli esperti dell'Istituto Zooprofilattico hanno messo in rilievo l'importanza del progetto per migliorare le produzioni zootecniche a tutto vantaggio di produttori e consumatori.

L'Osservatorio, infatti, è il punto di riferimento di un progetto interistituzionale fra Agris, Laore e Università che si propone di offrire assistenza tecnica direttamente sui campi, rilevando le esigenze dei produttori e fornendo risposte scientifiche adeguate per la gestione sanitaria degli allevamenti. Le attività sono gestite in forma sperimentale da uno staff tecnico di giovani veterinari, che mettono a disposizione conoscenze e consigli per le diagnosi patologiche e il miglioramento del benessere animale. Il progetto coinvolge sei aziende che allevano capre sarde al pascolo brado nei Comuni dell'Ogliastra, tra Talana, Villagrande, Urzulei, Tertenia e Gairo.

L'evento è stato organizzato dal Comune di Villagrande Strisaili, dalla Provincia Ogliastra, dall'Istituto Zooprofilattico, dall'Associazione interprovinciale allevatori Nuoro-Ogliastra, dalle agenzie regionali Agris e Laore e dalla Regione Sardegna, in collaborazione con il S.I.P.A.O.C. (Società Italiana di Patologia e di Allevamento degli Ovini e dei Caprini) e le associazioni culturali di Villagrande.




Amministrazione trasparente
Gare
Concorsi
Avvisi e
Comunicazioni

Regolamenti
Elenco incarichi
Contrattazione
integrativa

Provvedimenti
Amministrativi


Relazione Tecnica
Quaderni Informativi
Guide per l'utenza
Corsi/Seminari

Informazioni
Link all'applicativo


La politica della Qualità
Elenco delle prove accreditate da Accredia
Certificato-Convenzione di Accreditamento

Sito
Determine
Bandi