Siti tematici

 



 
Alghero - Concluso il terzo convegno della European Leptospirosis Society
Si è conclusa sabato 26 maggio la tre giorni del meeting della European Leptospirosis Society (ELS), presso l’Hotel Carlos V di Alghero, che ha visto la presenza di esperti provenienti da tutto il mondo.

La società  è  nata in Croazia nel 2012 in occasione del primo convegno sulle leptospirosi e febbri emorragiche trasmesse da roditori, con l’obiettivo di consentire ai ricercatori maggiori scambi e collaborazioni scientifiche su questi importanti argomenti di sanità pubblica.  

La leptospirosi  è  una importante zoonosi diffusa a livello globale in particolare nei paesi caratterizzati da un clima caldo-umido. Ogni anno vengono stimati 1 milione di casi umani gravi e circa 60.000 ad esito fatale, tralasciando le ripercussioni di carattere economico nel caso di focolai negli animali da reddito. 

Il meeting è stato articolato in 4 argomenti principali, One Health, aspetti clinici e diagnostici nell’uomo e negli animali, la risposta dell’ospite e le nuove frontiere della diagnosi biomolecolare. Ciascun argomento delle quattro sezioni è stato introdotto da letture magistrali tenute dai maggiori esperti a livello nazionale ed internazionale, alcuni dei quali responsabili dei Centri di Referenza. Sessantaquattro i lavori scientifici presentati, tre dei quali con risultati di ricerche condotte in Sardegna. 

Durante i lavori è stato affrontato il tema delle infezioni emergenti a carattere emorragico di origine prevalentemente virale trasmesse da roditori o da insetti vettori, in costante aumento nei paesi in via di sviluppo, rispetto alle quali non può essere escluso il rischio di introduzione anche nei paesi europei. Particolare accento è stato posto sulla comprensione delle complesse dinamiche che intercorrono tra i vari agenti eziologici, gli ospiti recettivi e l’ambiente. 

Sono stati poi illustrati i dati relativi al monitoraggio della Leptospirosi negli animali in Italia, dati che confermano la presenza e la diffusione di Leptospira spp sia tra specie domestiche che selvatiche in tutto il territorio.

Importanti novità sono emerse anche sulla diagnosi molecolare delle Leptospirosi, che amplia la possibilità di individuare questo gruppo di batteri in breve  tempo e con costi relativamente contenuti. Grazie a  queste tecniche di ultima generazione  è stata rivisitata la classificazione delle leptospire, ora suddivise in tre gruppi: patogene(che causano malattia grave, anche mortale nell’uomo e negli animali), intermedie (che causano forme  meno gravi) e saprofite (ossia non patogene). L’analisi del DNA può inoltre fornire indicazioni sui fattori genetici associati alla gravità della Malattia e, viceversa, alla capacità di animali – quali i roditori – di agire come portatori sani di infezione. 

E’ stata infine sottolineata l’importanza dell’utilizzo - in particolare negli animali da compagnia, come i cani  - dei vaccini di ultima generazione in grado di assicurare una migliore protezione contro le Leptospire maggiormente patogene.  

La leptospirosi continua a rimanere una patologia sottostimata per via della mancanza di una adeguata rete di monitoraggio e sorveglianza a livello europeo, per cui uno degli obiettivi della ELS è proprio la diffusione tra i ricercatori europei delle conoscenze scientifiche relative a questi microrganismi e al loro impatto sanitario.
Il prossimo appuntamento per la quarta edizione del meeting ELS sarà in Belgio nel 2021. 






Amministrazione trasparente
Gare
Concorsi
Avvisi e
Comunicazioni

Regolamenti
Elenco incarichi
Contrattazione
integrativa

Provvedimenti
Amministrativi


Relazione Tecnica
Quaderni Informativi
Guide per l'utenza
Corsi/Seminari

Informazioni
Link all'applicativo


La politica della Qualità
Elenco delle prove accreditate da Accredia
Certificato-Convenzione di Accreditamento

Sito
Determine
Bandi