Siti tematici

 



 
La “tracciabilità animale” al centro della Settimana veterinaria europea

SASSARI, 21/06/2010 - Si è svolta dal 14 al 20 giugno in tutti i Paesi dell’Ue la Settimana veterinaria europea. Al centro dell'edizione 2010 “Identificazione e tracciabilità animale”, perché le emergenze che hanno colpito le aziende agricole negli ultimi venti anni, dalla mucca pazza, all'afta epizootica, all'aviaria, alla peste suina, hanno messo in evidenza la sua importanza per la tutela dei consumatori.

La tracciabilità indica la capacità di individuare gli alimenti durante le varie fasi della produzione, trasformazione e distribuzione, ad esempio con l'uso di codici a barre, passaporti per animali e marchi auricolari. Ma sono molti i consumatori che non ne conoscono ancora i vantaggi, mentre l'industria alimentare considera la normativa europea sulla tracciabilità piuttosto gravosa. Per questo dal 14 al 20 giugno i paesi dell'Ue hanno organizzano una serie di eventi per sensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza della tracciabilità. A Bruxelles la Settimana è iniziata con una conferenza di due giorni dedicata a diversi temi, tra cui la marcatura elettronica degli ovini e la tracciabilità nell'agricoltura biologica e nel commercio mondiale.

I controlli. La tracciabilità aiuta le autorità di controllo a contenere le minacce alla sicurezza alimentare, che possono arrivare sia dagli animali infetti, sia dai cibi contaminati. Contribuisce anche a garantire l'origine di specialità regionali, come l’agnello sardo o il prosciutto di Parma.
Dal 2002 tutte le aziende europee del settore alimentare e dei mangimi devono essere in grado di individuare rapidamente la fonte e la destinazione dei loro prodotti. I produttori sono inoltre tenuti ad informare le autorità di eventuali pericoli e a ritirare dal mercato i prodotti a rischio. «Per noi è normale conoscere tutto l'iter seguito da una bistecca, oppure individuare un singolo ovino nell'Ue e un prodotto lungo l'intera catena alimentare», ha affermato il commissario europeo per la Salute John Dalli. «Ma a questo livello di sicurezza alimentare e protezione della salute degli animali non si è arrivati in poco tempo».




Amministrazione trasparente
Gare
Concorsi
Avvisi e
Comunicazioni

Regolamenti
Elenco incarichi
Contrattazione
integrativa

Provvedimenti
Amministrativi


Relazione Tecnica
Quaderni Informativi
Guide per l'utenza
Corsi/Seminari

Informazioni
Link all'applicativo


La politica della Qualità
Elenco delle prove accreditate da Accredia
Certificato-Convenzione di Accreditamento

Sito
Determine
Bandi