Siti tematici

 



 
A Castelsardo il Congresso nazionale dei patologi veterinari

SASSARI, 01/07/2010 -
Retrovirus e modelli di sperimentazione animale utili anche per lo studio delle malattie dell'uomo, lingua blu e benessere animale. Si è parlato di questo e molto altro al Settimo Congresso nazionale dell'Associazione italiana di patologia veterinaria (AIPVet), in programma a Castelsardo il 17 e il 18 giugno nel castello dei Doria.

L'evento è stato organizzato dall'AIPvet in collaborazione con l'Istituto Zooprofilattico sperimentale della Sardegna e la facoltà di Veterinaria dell'Università di Sassari. I lavori sono stati aperti dai saluti del vice presidente dell'Associazione, Luca Mechelli, dal commissario dell'Istituto Zooprofilattico, Maria Assunta Serra, e dal vice preside della facoltà di Veterinaria di Sassari, Marco Pittau.

Gli interventi. La parola è poi passata ai relatori, che hanno condotto una serie di lectio magistralis. Da segnalare quella del professor Massimo Palmarini dell’Institute of Comparative Medicine dell'università di Glasgow, che ha illustrato un “viaggio” con i retrovirus tra evoluzione, fisiologia e patologia. I retrovirus sono virus con genoma ad RNA, come quello dell'HIV (responsabile dell'AIDS) o altri virus oncogeni (quali HTLV I e II) che provocano alcune forme di leucemia, e che riguardano l’uomo o la medicina veterinaria. Nella sua lezione Palmarini ha parlato in particolare di alcuni retrovirus che possono infettare la linea germinale maschile e femminile ed integrarsi nel DNA dell’ospite, trasmettendosi di generazione in generazione. Questi virus, conosciuti come endogenous retrovirus (ERVs), sono stati scoperti in molte specie di vertebrati, probabilmente colonizzati durante la loro evoluzione nel corso di milioni di anni. Il docente ha spiegato che, grazie ai suoi studi, si è scoperto che gli ERVs sono geneticamente strettamente correlati al JSRV della pecora, che rappresenta perciò un modello eccezionale per capire e definire il ruolo degli ERVs nell’organismo ospite. In conclusione il professor Palmarini ha illustrato gli affascinanti risultati di un suo recente lavoro, pubblicato sulla rivista Science. Secondo lo studio, il genoma dei virus endogeni si è rilevato un marker genetico tramite il quale si è riusciti a ricostruire la storia dell’addomesticamento degli ovini, e a distinguere razze ovine moderne da altre più antiche.

Da segnalare anche la comunicazione del dottor Livesu e della dottoressa Cubeddu, del Dipartimento di Patologia e Clinica veterinaria dell'Università di Sassari. I ricercatori hanno presentato i risultati di uno studio che ha permesso fare nuove ipotesi in merito al ruolo dei retrovirus nelle cause di sviluppo degli adenocarcinomi polmonari.

La seconda giornata del congresso si è aperta con la relazione di Paola Nicolussi, dirigente veterinario dell’Istituto Zooprofilattico della Sardegna, che ha sottolineato l'importanza delle analisi cliniche come supporto della sperimentazione negli animali. L'esperta dell'Izs ha esposto tutti i risultati del lungo trial clinico effettuato dall’Istituto sui diversi vaccini utilizzati nella campagna vaccinale contro la Blue tongue in Sardegna. Da questi risultati è emersa l’utilità degli esami biochimici sul sangue nel valutare la sicurezza e l'efficacia di nuovi vaccini e, nello stesso tempo, le condizioni di benessere degli animali sotto sperimentazione.

La due giorni di lavori si è conclusa con gli interventi del dottor Rocca e del professor Secchi, dell'Università di Sassari, che hanno parlato di paraturbecolosi e aspetti diagnostici, malattie autoimmuni, morbo di Crohn e diabete mellito di tipo 1.

La relazione scientifica




Amministrazione trasparente
Gare
Concorsi
Avvisi e
Comunicazioni

Regolamenti
Elenco incarichi
Contrattazione
integrativa

Provvedimenti
Amministrativi


Relazione Tecnica
Quaderni Informativi
Guide per l'utenza
Corsi/Seminari

Informazioni
Link all'applicativo


La politica della Qualità
Elenco delle prove accreditate da Accredia
Certificato-Convenzione di Accreditamento

Sito
Determine
Bandi