Siti tematici

 



RICERCHE ministeriali - Anno 2007

Titolo Progetto:
Valutazione del rischio nella filiera produttiva ovi-caprina: rilievo e caratterizzazione di agenti batterici di zoonosi alimentare mediante tecniche fenotipiche e di PCR e studio delle possibili relazioni con le infezioni umane

N. identificativo: IZS SA 006/2007
Responsabile:
Dr. Sebastiano Virgilio
razionale del progetto 2007-6

Dai dati pubblicati dall’EFSA per gli anni 2004, 2005 e 2006 in attuazione della Direttiva 2003/99 CE, risulta che le infezioni zoonotiche batteriche più frequentemente riportate nell’uomo sono quelle causate da microrganismi veicolati dagli alimenti: salmonellosi, campylobatteriosi,  infezioni da E. coli verocitotossici, listeriosi, seppure non debba essere sottovalutata la potenziale pericolosità di altri patogeni emergenti quali, ad esempio, C. difficile e Helicobacter pilori.   
Dalle stesse fonti risulta che in Italia vi è una evidente sottostima e sottonotifica di tali zoonosi nell’uomo. Anche in campo più strettamente veterinario, con riferimento in particolare alle produzioni ovine e caprine, si registra una evidente scarsità di dati.
La verifica e la documentazione della presenza nella filiera produttiva ovina e caprina di agenti batterici zoonotici necessita di metodi innovativi basati su tecniche di biologia molecolare, che superino i limiti imposti dai tradizionali metodi microbiologici, consentendo una rapida acquisizione di dati e di informazioni in tempo quasi “reale”, utile non soltanto in fase di verifica dei sistemi di autocontrollo aziendale delle produzioni da parte dei Servizi preposti al controllo ufficiale, ma anche in fase di monitoraggio dei  pericoli propri del processo produttivo aziendale.
Deve essere inoltre valutata la possibile relazione fra il riscontro di agenti zoonotici nella filiera ovicaprina con la comparsa nei consumatori di patologie derivanti dal consumo degli alimenti considerati, per poter completare lo studio che, partendo dal riconoscimento dei pericoli nella filiera, consenta di effettuare una reale valutazione del rischio per il consumatore.
Obiettivi della ricerca sono:

  • definizione della prevalenza dei patogeni considerati nelle filiere ovina e caprina.
  • messa a punto e standardizzazione di metodiche di PCR su matrici alimentari specifiche  della filiera ovina e caprina (mangimi, alimenti e ambienti di lavorazione).
  • ricerca delle possibili relazioni fra i ceppi isolati dalla filiera e quelli provenienti dalla diagnostica clinica umana, attraverso il confronto molecolare fra gli stipiti isolati.
  • valutazione dei livelli di antibiotico-resistenza da parte dei ceppi isolati.


Amministrazione trasparente
Gare
Concorsi
Avvisi e
Comunicazioni

Regolamenti
Elenco incarichi
Contrattazione
integrativa

Provvedimenti
Amministrativi


Relazione Tecnica
Quaderni Informativi
Guide per l'utenza
Corsi/Seminari

Informazioni
Link all'applicativo


La politica della Qualità
Elenco delle prove accreditate da Accredia
Certificato-Convenzione di Accreditamento

Sito
Determine
Bandi